PROROGA DEL TERMINE PER LE PRESTAZIONI STRAORDINARIE ENFEA PER COVID-19

 


 

Prorogato, al 10 settembre 2020, il termine delle Prestazioni ENFEA Sostegno al lavoro in presenza di COVID-19

ENFEA è l’ente a cui aderiscono le imprese che applicano i CCNL UNIGEC/UNIMATICA, UNIONCHIMICA, UNITAL, CONFAPI ANIEM, UNIONTESSILE e UNIONALIMENTARI sottoscritti con le Federazioni aderenti a CGIL, CISL e UIL.
L’ente ha stabilito che viene posticipato al 16 settembre 2020 (in luogo del 30 giugno) il termine di ripresa della riscossione dei versamenti relativi alle ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, ……, ai contributi previdenziali e assistenziali, ……, sospesi per i mesi di aprile 2020 e di maggio 2020 a favore dei soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione e degli enti non commerciali.
Viene inoltre, stabilita la proroga al nuovo termine del 30 giugno 2020 delle prestazioni straordinarie COVID-19 previste dal relativo Regolamento di seguito elencati, che avevano iniziale riferimento al periodo 23 febbraio – 3 maggio 2020. Il termine ultimo di presentazione di tali richieste di contributo è fissato al 10 settembre 2020.


1. PRESTAZIONI PER LE IMPRESE:
B – COSTI SOSTENUTI DALLE IMPRESE PER CONCEDERE PERMESSI RETRIBUITI AI PROPRI DIPENDENTI
Le imprese che hanno concesso, in aggiunta alle disposizioni di legge e contrattuali, giornate di permesso retribuito, nel periodo 23 febbraio-30 giugno, possono richiedere un contributo una tantum a parziale copertura (max 60%) dei costi sostenuti, rilevabili dalle relative buste paga, pari a:
– Max € 2.000,00 per imprese fino a 30 dipendenti;
– Max € 4.000,00 per imprese da 31 a 150 dipendenti;
– Max € 5.000,00 per imprese da 151 dipendenti.


2. PRESTAZIONI PER I LAVORATORI:
A – FONDO SOSTEGNO AL REDDITO. CONTRIBUTO STRAORDINARIO PER TRATTAMENTI INDIVIDUALI DI INTEGRAZIONE SALARIALE A CAUSA DI EFFETTI DIRETTI O INDIRETTI COVID-19
Alle prestazioni già in essere per questo titolo, che permangono, si aggiunge una prestazione straordinaria per i lavoratori ai quali, dal 23 febbraio al 30 giugno (o quanto previsto da successive leggi relative a tutele da COVID-19), saranno riconosciuti trattamenti individuali di integrazione salariale previsti dalla               normativa vigente (Cigo, Cigs, Cds, cassa in deroga, e ogni altro strumento di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro regolato dalla legge) a causa di effetti diretti o indiretti COVID19, rilevati dall’accordo sindacale o dalla comunicazione di avvio della procedura di consultazione.
In presenza di Accordo sindacale o di comunicazione di avvio della procedura di consultazione, per assenze giornaliere riconosciute nel periodo indicato, pari a non più di 26gg. lavorativi, anche non consecutivi e comunque autorizzati e indennizzati dall’Inps, saranno riconosciuti € 10,00 al giorno.


B – PERMESSI NON RETRIBUITI AI LAVORATORI.
Qualora, su domanda propria motivata da effetti da COVID-19, il lavoratore sia posto in condizione di permesso giornaliero non retribuito, ENFEA, erogherà al lavoratore un contributo una tantum pari ad un max di € 500,00, riproporzionato (€ 18,50) ai permessi giornalieri non retribuiti, rilevabili dalle relative buste paga, nel periodo 23 febbraio – 30 giugno 2020.


Metalmeccanica Confimi: Contributo per rappresentanza contrattuale

Metalmeccanica Confimi: Contributo per rappresentanza contrattuale

Il 20 luglio 2020, scade il termine per il versamento del contributo obbligatorio per l’attività di rappresentanza contrattuale imprenditoriale

Il CCNL 22/6/2016 Metalmeccanica Piccola Industria Confimi, prevede un contributo mensile obbligatorio per la rappresentanza contrattuale imprenditoriale a carico delle imprese che applicano il Contratto e che è pari a euro 0,50 per ciascun dipendente in forza.
L’omesso versamento del contributo obbligatorio costituisce inadempimento contrattuale.
Il contributo va versato trimestralmente compilando il campo relativo al numero di lavoratori in forza per il mese di riferimento, entro il giorno 20 del mese successivo al trimestre di competenza.
Pertanto
– per il trimestre aprile, maggio, giugno 2020: la scadenza è il 20 luglio 2020.
E’ possibile effettuare il pagamento con PayPal, Carta di Credito o Bonifico Bancario; qualora si scelga il Bonifico Bancario, si suggerisce di effettuarlo prima di completare la procedura in quanto, al termine della stessa, sarà obbligatorio allegarlo (Confimi Impresa Meccanica IBAN IBAN IT07D0832703235000000004431, banca BCC di Roma – Agenzia 72).
Si anticipa che
– per il trimestre luglio, agosto, settembre 2020: la scadenza è il 20 ottobre 2020;
– per il trimestre ottobre, novembre, dicembre 2020: la scadenza è il 20 gennaio 2021.

Edilizia Artigianato Veneto: contributo fermata cantieri

Entro fine luglio 2020 è possibile fare domanda ad Edilcassa Veneto relativamente al contributo fermata cantieri per Emergenza Covid-19.

Con accordo siglato lo scorso 12 maggio per il sostegno della ripresa lavorativa delle Aziende Artigiane e Pmi Edili e dei Lavoratori Edili del Veneto durante l’emergenza covid-19, è stato definito il contributo fermata cantieri per Emergenza Covid-19.
Viene introdotto un contributo da parte di Edilcassa Veneto a beneficio delle imprese per le quali nel mese di aprile 2020 vi è stato un intenso utilizzo di CIGO con causale Covid-19 per la fermata dei cantieri in base alle normative anticontagio emanate dalle autorità competenti o per qualunque altra causa riferibile al Covid-19.
La condizione da soddisfare è che i lavoratori abbiano totalizzato zero ore lavorate nel mese di aprile 2020 per utilizzo intensivo dell’ammortizzatore sociale CIGO causale Covid-19.
La verifica sarà realizzata da Edilcassa Veneto in base alla denuncia mensile prodotta.
Il contributo straordinario è graduato come segue:
– 200 € per imprese fino a 4 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020;
– 300 € per imprese da 5 a 6 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020;
– 400 € per imprese da 7 lavoratori a 10 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020;
– 500 € per imprese con oltre 10 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020.
La domanda dell’impresa ad Edilcassa Veneto potrà essere fatta entro e non oltre il 31 Luglio 2020.

CCNL Autostrade: Accordo per il Premio di Produttività


 



Firmato il 26/6/2020, tra la Società Autostrade per l’Italia e FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, SLA CISAL, UGL, l’accordo sul Premio di Produttività e di Risultato per l’anno 2020, relativo ai risultati dell’anno 2019


Le Parti si sono incontrate al fine di stabilire l’importo relativo al Premio di Produttività e di Risultato per l’anno 2020 (anno di erogazione), relativo ai risultati dell’anno 2019, confrontati con il precedente.
I valori degli indicatori stabiliti dalle parti portano ad un risultato complessivo del premio pari ad € 2.750 per un livello “C”, che verrà articolato per gli altri livelli sulla base dei parametri stabiliti dal CCNL, secondo quanto riportato nella tabella che segue.
L’importo complessivo lordo di € 2.750 al livello “C” è stato ripartito in 3 tranches, la prima erogata con le competenze del mese di marzo 2020 (pari ad € 691,25), la seconda con le competenze del mese di maggio 2020 (pari ad € 691,25), la terza di € 1.367,50 da erogare nel mese di Luglio 2020.


Premio Produttività 2019 (erogazione 2020)




















































Parametri

Livello

Premio Produttività 2019

1° tranche marzo 2020 (*)

2° tranche maggio 2020 (*)

3° tranche luglio 2020 (*)

235 A 4.366,55 1.097,59 1.097,59 2.171,37
210 A1 3.902,03 980,83 980,83 1.940,37
185 B 3.437,50 864,06 864,06 1.709,38
169 B1 3.140,20 789,33 789,33 1.561,54
148 C 2.750,00 691,25 691,25 1.367,50
135 C1 2.508,45 630,53 630,53 1.247,38
100 D 1.858,11 467,06 467,06 923,99


Criteri di erogazione del premio di produttività
Il premio verrà corrisposto al personale a tempo indeterminato in servizio alla data odierna, in relazione al servizio prestato nell’anno precedente.
Per il personale con contratto di lavoro a tempo parziale il Premio verrà riproporzionato in relazione alla durata ordinaria della prestazione, comprendendo a tali effetti le ore supplementari prestate nell’anno precedente, con esclusione delle ore trasformate in riposi compensativi e confluiti nella banca ore.
La quota giornaliera si determina dividendo per 22 1/12 dell’importo annuo spettante; la quota mensile è pari a 1/12 dell’importo annuo spettante.
Troveranno applicazione i seguenti criteri:


– in caso di non effettuazione della prestazione per malattia e/o per assenze non retribuite relative all’anno 2019, non verrà corrisposta una quota giornaliera del Premio;
– in caso di malattia superiore a 5 giorni consecutivi di calendario relative all’anno 2019, verrà riconosciuta, a partire dal sesto giorno, una quota del premio pari all’80% di quella giornaliera.
Gli importi del premio di cui al presente accordo non sono utili agli effetti del computo di alcun istituto contrattuale né del trattamento di fine rapporto.
Ai lavoratori assunti con contratto a tempo determinato sarà corrisposto un Premio corrispondente ad 1/12 della quota annua del premio erogato l’anno precedente per ogni mese di servizio prestato nell’anno di corresponsione. Detto premio verrà corrisposto, ripartito in quote mensili, a tutto il personale a termine con le stesse modalità di cui sopra.

PMI di Venezia-Rovigo: voucher Risorse Umane, Digitalizzazione e Turismo

La Camera di Commercio Venezia-Rovigo promuove progetti per l’inserimento di figure professionali nei settori colpiti dall’emergenza COVID-19, progetti focalizzati sull’introduzione delle nuove competenze e tecnologie digitali 4.0 e sostiene il Turismo.

La Camera di Commercio Venezia-Rovigo promuove un bando per finanziare progetti per l’inserimento di figure professionali nei settori colpiti dall’emergenza COVID-19 con l’obiettivo di innovare l’organizzazione d’impresa e del lavoro. Nell’ambito del progetto “Punto Impresa Digitale” (PID) la Camera di Commercio Venezia-Rovigo promuove un nuovo bando per il sostegno a progetti focalizzati sull’introduzione delle nuove competenze e tecnologie digitali 4.0, presentati da singole imprese. La Camera di Commercio Venezia-Rovigo promuove un bando per sostenere il turismo, uno dei settori più colpiti dall’emergenza COVID-19, attraverso la selezione di soggetti e proposte da realizzarsi nei territorio della Città Metropolitana di Venezia e della Provincia di Rovigo in convenzione con l’Ente Camerale.


Voucher Risorse Umane


Contributi fino a € 3.000 per l’inserimento di risorse funzionali alla produzione nelle Micro, Piccole e Medie Imprese.
La Camera di Commercio Venezia-Rovigo promuove un bando per finanziare progetti per l’inserimento di figure professionali nei settori colpiti dall’emergenza COVID-19 con l’obiettivo di innovare l’organizzazione d’impresa e del lavoro.
Contributo a fondo perduto pari al 90% delle spese ammissibili fino ad un importo massimo di € 3.000.
Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 250, oltre al contributo concesso.
Il bando finanzia:
1) progetti per l’inserimento di figure professionali nei settori colpiti dall’emergenza COVID-19.
– contributi per contratti di apprendistato
– contributi per assunzioni a tempo determinato/indeterminato
2) progetti per l’inserimento di figure professionali con l’obiettivo di innovare l’organizzazione d’impresa e del lavoro, anche tramite il supporto di professionisti, in relazione alle seguenti tematiche:
– Smart working
– Gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro
– Introduzione di processi di e-commerce
– Nuove figure per l’innovazione (es.export manager, digital manager, etc.)
Tutte le spese possono essere sostenute a partire dall’1/1/2020 fino al termine ultimo per la rendicontazione, fissato per il 26/2/2021.
Il voucher è rivolto alle micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o unità operativa (escluso magazzino o deposito) nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Venezia Rovigo.
Le imprese devono essere attive e in regola con il pagamento del diritto annuale.
Le domande potranno essere presentate telematicamente dal 29 giugno 2020 fino al 27 luglio 2020.


Voucher Digitalizzazione


Contributi fino a € 8.000 per favorire la trasformazione tecnologica e digitale delle Micro, Piccole e Medie Imprese.
Contributo a fondo perduto pari al 90% delle spese ammissibili.
– importo massimo del contributo: € 8.000
– importo minimo della spesa: € 5.000
Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di € 250 oltre al contributo concesso.
Le attività oggetto di finanziamento sono:


Progetti presentati da singole imprese che prevedono almeno una tecnologia, tra cui:
– robotica avanzata e collaborativa;
– cyber security e business continuity;
– big data e analytics;
– realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D;
– soluzioni tecnologiche per la logistica;
– sistemi di e-commerce;
– sistemi per lo smart working e il telelavoro;
– soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.
con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie, tra cui:
– sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
– system integration applicata all’automazione dei processi;
– programmi di digital marketing.
Spese ammissibili:
– servizi di consulenza e/o formazione
– acquisto di beni e servizi strumentali
– abbattimento degli oneri relativi a finanziamenti, anche bancari
Tutte le spese possono essere sostenute a partire dall’1/1/2020 fino al termine ultimo per la rendicontazione, fissato per il 26/2/2021.
I destinatari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o unità operativa (escluso magazzino o deposito) nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Venezia Rovigo.
Le imprese devono essere attive e in regola con il pagamento del diritto annuale.
Le domande potranno essere presentate telematicamente dal 29 giugno 2020 fino al 27 luglio 2020.
La valutazione sarà a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.


Voucher Turismo


La Camera di Commercio Venezia-Rovigo promuove un bando per sostenere il turismo, uno dei settori più colpiti dall’emergenza COVID-19, attraverso la selezione di soggetti e proposte da realizzarsi nei territorio della Città Metropolitana di Venezia e della Provincia di Rovigo in convenzione con l’Ente Camerale.
I destinatari sono le micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o unità operativa (escluso magazzino o deposito) nella circoscrizione territoriale della CCIAA di Venezia Rovigo.
Le imprese devono essere attive e in regola con il pagamento del diritto annuale ed esercitare un’attività ricompresa nei seguenti codici ateco: 56.10 – 56.21 – 56.30 – 55.10 – 55.20 – 55.30 – 79.1 – 93.29.10 –93.29.20 – 93.29.30 – 96.04.20 (non sono ammesse imprese che abbiano in corso variazione dei codici Ateco).
Voucher (contributo a fondo perduto) pari al 90% delle spese ammissibili, fino ad un importo massimo del contributo pari ad € 5.000,00.
Alle imprese in possesso del rating di legalità verrà riconosciuta una premialità di euro 250,00, oltre al contributo concesso.
Il bando finanzia le seguenti iniziative progettate/realizzate dalle imprese:
– interventi per la dotazione di un Piano di Azione (pulizia, disinfezione, ecc.)
– azioni connesse alle tematiche della sicurezza, della sostenibilità ambientale e dell’accessibilità
– formazione del personale addetto ai servizi turistici sul Covid-19
– strategie di comunicazione adatte alla gestione della crisi
– strategie di commercializzazione a sostegno della distribuzione e vendita del prodotto turistico
Le domande potranno essere presentate telematicamente dal 29 giugno 2020 al 27 luglio 2020.