Sottoscritto l’accordo di rinnovo per le Agenzie matittime

Siglato, il 17/12/2014, tra la Federagenti, la FILT-CGIL, la FIT-CISL, la UIL Trasporti, l’accordo di rinnovo del CCNL per il personale delle Agenzie Marittime Raccomandatarie e Mediatori Marittimi. L’intesa dovrà essere sottoposta all’assemblea dei lavoratori.

Aumenti Retributivi
Previsto un aumento economico di 105,00 riferito al 4º livello così distribuito:
– 35,00 dall’1/7/2015;
– 35,00 dall’1/6/2016;
– 35,00 dall’1/4/2017;

Contratti a termine
Le parti convengono di superare la maggiorazione del 10% e stabiliscono che a decorrere dalla entrata in vigore del presente accordo, salvo quanto previsto per le attività di stagione, non sarà possibile cumulare più contratti di lavoro a tempo determinato oltre i 36 mesi previsti dalla legge.
 

Attività Stagionali
La disciplina sulla successione dei contratti a tempo determinato, non trova applicazione nei confronti dei contratti di lavoro riconducibili alla stagionalità limitatamente alle seguenti situazioni:
– agenzie marittime operanti nel settore delle crociere e degli Yacht relativamente a personale addetto ad attività esclusivamente connesse ai settori sopraindicati;
– la stagionalità opera solo nel periodo compreso tra il 1 aprile al 31 ottobre di ogni anno;

Banca Ore
In via sperimentale, le aziende interessate potranno attivare la Banca ore per la gestione della flessibilità oraria. In tal caso le ore di lavoro straordinario prestate successive alle 120 ore annue, confluiranno in una “banca ore” individuale ed il lavoratore usufruirà di corrispondenti riposi compensativi.

Premio fidelizzazione
Le aziende che alla data di stipula del presente contratto non riconoscano premi e/o gratifiche una tantum legate all’anzianità aziendale, dovranno erogare ai lavoratori al compimento del venticinquesimo anno di permanenza in azienda un premio di fidelizzazione pari a mezza mensilità lorda con un tetto massimo di €. 2.000,00;

Trasferte
L’azienda corrisponderà al personale in missione per servizio, una diaria di euro 22 giornaliere nei casi in cui la missione comporti una permanenza fuori dalla sede di lavoro superiore a 12 ore.

Trasferimenti
Oltre ai rimborsi previsti è dovuta al lavoratore che sia trasferito, una diaria “una tantum” nella misura di una retribuzione globale mensile, più un decimo della retribuzione mensile per ogni familiare a carico che si trasferisce.